Un Podio Storico!

Le statistiche sono fatte per essere aggiornate, i record per essere abbattuti, i limiti per essere superati. Chiamateci “Rain Men” se volete… fatto sta che, ancora una volta, la pioggia ci ha spinto sul podio, come a Monza nel 2008.

GP Germania 2019 podio Scuderia Toro Rosso

 

Con il terzo posto di Daniil Kvyat al GP di Germania, ieri abbiamo infatti conquistato il secondo podio della storia della Scuderia Toro Rosso, dopo quello della vittoria di Vettel, quel 14 settembre 2008. Favoloso anche il 6° posto di Alex Albon, che per la prima volta in vita sua correva a bordo di una F1 sul bagnato e che, al pari di Daniil, è riuscito a completare la gara senza commettere errori e a capitalizzare così l’ottimo lavoro di tutta la squadra.

GP Germania 2019 podio Daniil Kvyat Scuderia Toro Rosso

Una grande soddisfazione per tutto il team, che vede così premiati i propri sforzi e che conferma la bontà della nostra filosofia: far crescere i giovani talenti e portarli in vetta alla Formula 1! Basta guardare il podio di ieri: Verstappen 1°; Vettel 2° e Kvyat 3°! Tutti piloti che vestono o hanno vestito i nostri colori, che hanno iniziato la loro carriera in F1 con la Scuderia Toro Rosso, che hanno battuto tutti i record di precocità a bordo delle nostre monoposto.

Seb, con la nostra STR3, vinse il GP d’Italia a 21 anni, 2 mesi e 11 giorni. Record battuto solo da Verstappen su Red Bull Racing, che a sua volta è tutt’ora il più giovane ad aver segnato punti in F1: al volante della nostra STR10, al GP della Malesia 2015 (17 anni, 5 mesi e 27 giorni). Altri numeri a conferma della lungimiranza del Red Bull Junior Programme? Basta guardare la top ten della gara di ieri: con Carlos Sainz e Alex Albon sono in 5 su 10 piloti a provenire dal vivaio Red Bull!

F1 Germania 2019 podio Scuderia Toro Rosso

Per Daniil, poi, quello ottenuto ieri è molto più di un piazzamento a podio. Dei tre ottenuti finora, quello di ieri è forse il più importante. La notte prima della gara è diventato papà di una splendida bimba e a Hockenheim ha così sfatato quel mito che racconta che un figlio ti toglie decimi preziosi dal piede destro.

Un risultato davvero pazzesco, che lo ripaga di tutto il duro lavoro in questa sua “seconda carriera” – come l’ha definita lui stesso – interrompendo anche un digiuno per la Toro Rosso che era durato decisamente troppo. Una grande soddisfazione anche per la Honda, che grazie alla vittoria di Max e al terzo posto di Daniil ha potuto celebrare un doppio piazzamento a podio, come non accadeva dal GP del Portogallo 1992.

Kvyat's emotional podium! | German Grand Prix 2019

Saturday: Daniil Kvyat becomes a father 👶Sunday: Earns his third podium finish, three years, three months and 12 days since his last! 🏆

Gepostet von Scuderia Toro Rosso am Montag, 29. Juli 2019