GRAN PREMIO | DEL BRASILE | Scuderia Toro Rosso

GRAN PREMIO | DEL BRASILE

Al termine della gara di oggi, qui in Brasile, i nostri piloti e il team ci raccontano com’è andata in pista:

GRAN PREMIO | DEL BRASILE

Max Verstappen (STR10-02, Car 33)
Gara: 10°*
*avanza in P9 per la squalifica di Felipe Massa

“È stata una gara davvero divertente! Naturalmente, vuoi sempre ottenere più punti possibile, ma dobbiamo essere realisti e la decima posizione oggi era il massimo che potessimo fare. In rettilineo eravamo lenti e, purtroppo, è stato difficile tenere la posizione su Lotus e Force India… comunque aggiungere un altro punto in classifica è sempre positivo. Mi sono divertito questo pomeriggio, sono riuscito a fare dei bei sorpassi, specialmente alla curva 1! Ci sono state delle belle battaglie: io attaccavo, ma a mia volta venivo attaccato. Non mi davano tregua, ma è stato divertente! Sono felice di aver chiuso ancora una volta in Top Ten”.”

Carlos Sainz (STR10-01, Car 55)
Gara: ritirato

“Com’è frustrante non poter neppure iniziare la gara! Stavo per fare la mia prova di partenza prima di schierarmi in griglia, quando il motore si è improvvisamente spento. Sono stato spinto fino al garage e ho iniziato la gara dalla pit-lane ma, non appena sono ripartito, il motore si è spento… È un peccato, perché non vedevo l’ora di correre qui! Non è certo la situazione ideale per un esordiente come me: ho bisogno di fare esperienza e terminare le gare. Ma ora dobbiamo guardare avanti: ci rimane ancora una corsa ad Abu Dhabi, tra due settimane, e ce la metteremo tutta per chiudere la stagione in crescendo”.

Franz Tost (Team Principal)

“Partendo dalla nona e decima posizione, mi aspettavo di ottenere qualche punto in più rispetto a quello che abbiamo fatto oggi. Purtroppo, Carlos non ha potuto schierarsi sulla griglia di partenza a causa di un problema alla trasmissione. Quando la vettura è stata portata nuovamente in garage, abbiamo controllato tutto e ha preso parte alla gara partendo dalla pit-lane. Sfortunatamente, dopo poche centinaia di metri, ci siamo resi conto che il problema non era stato risolto: le gomme posteriori si sono bloccate e quella è stata la fine della sua gara. Mi dispiace molto per Carlos, perché questo è il suo settimo ritiro stagionale causato da un problema tecnico: situazione in cui il pilota è del tutto incolpevole. Quanto a Max, ha fatto una buona partenza, anche se poi è stato superato in rettilineo da altre vetture con più potenza e, quindi, più veloci. Si è portato in undicesima posizione e ha lottato egregiamente con Maldonado, Grosjean, Perez e Nasr: devo dire, ancora una volta, che le sue manovre sono state di straordinaria qualità. A differenza degli altri che passavano in rettilineo, lui li ha effettuati sempre in curva, prendendosi dei rischi calcolati. Ha condotto una gara eccellente. La strategia del team è stata buona, non avremmo potuto far nulla di diverso. Dobbiamo solamente accettare il fatto che qui a San Paolo eravamo semplicemente troppo lenti per colmare il divario dalle Lotus. Abbiamo ancora una gara tra due settimane, ad Abu Dhabi, che è un circuito completamente diverso. Spero che lì potremo lottare e conquistare la sesta posizione nel Campionato Costruttori”.

Cedrik Staudohar (Renault Sport F1 track support leader)

“Ancora una volta, Max ha fatto una buona gara, conquistando meritatamente un punto, dopo un weekend difficile. Nella sua power unit tutto ha funzionato alla perfezione e così lui è stato in grado di lottare con Force India e Lotus. Ovviamente è un peccato che abbiamo perso la vettura di Carlos così presto. Dopo il suo problema elettrico di ieri al controllo della frizione, il team ha esaminato ogni dettaglio e in base all’analisi sembrava che sul fronte motore tutto fosse a posto. Sfortunatamente, pare invece che quel problema abbia interessato anche il motore e questo ha provocato una perdita di potenza durante il giro di schieramento e, poi, al primo giro di gara. Verificheremo tutto, insieme alla squadra, e cercheremo di concludere la stagione al meglio ad Abu Dhabi. Ma soprattutto, tutti noi vorremmo esprimere la nostra sincera solidarietà ai familiari e agli amici delle vittime degli attentati di venerdì sera a Parigi. I nostri pensieri sono ora tutti rivolti alla nostra città, in questo momento così triste”.