GP Russia – Prove Libere

Una giornata produttiva a Sochi: le dichiarazioni del team al termine delle prove libere.

Prove libere GP Russia 2019 della Scuderia Toro Rosso

Pierre Gasly (STR14-04, Car 10)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:36.538, 12° pos., 25 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:34.971, 6° pos., 26 giri

Prove libere GP Russia 2019 con Pierre Gasly Scuderia Toro Rosso

“È stato davvero un buon venerdì. Sono soddisfatto dei progressi fatti tra la prima e la seconda sessione di prove libere, siamo andati nella giusta direzione. Abbiamo concluso la giornata con il sesto tempo in classifica, che fa sempre piacere, ma tenendo conto delle penalità che dovremo scontare domenica, dobbiamo assicurarci di avere una vettura competitiva e concentrarci sulla corsa, anziché sulle qualifiche. Stasera avremo tanti dati da analizzare, ma nel complesso è stata una giornata positiva”.

 

Daniil Kvyat (STR14-03, Car 26)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:38.550, 19° pos., 5 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro 1:35.337, 12° pos., 38 giri

Prove libere GP Russia 2019 con Daniil Kvyat Scuderia Toro Rosso

“La giornata non è partita nel migliore dei modi, così nelle PL2 abbiamo cercato di recuperare il tempo perso e provare delle cose che per forza di cose non avevamo potuto provare durante le PL1. Avevo bisogno di familiarizzare nuovamente con il tracciato e prendere nuovamente i miei riferimenti, dopo averlo fatto, siamo riusciti ad avere una seconda sessione di libere produttiva. Abbiamo interamente completato il nostro programma, quindi siamo pronti per domani. A fine giornata, abbiamo fatto un buon numero di giri per l’analisi del nostro passo gara. Ci sono sempre delle possibilità, quindi faremo del nostro meglio per coglierle. Sapevamo che il nostro fine settimana era un po’ compromesso in partenza per via delle penalità che prenderemo. Tuttavia, faremo del nostro meglio per piazzarci meglio possibile domenica”.

 

Prove libere F1 Russia 2019 con Daniil Kvyat Scuderia Toro Rosso

Jonathan Eddolls (Chief Race Engineer):

“Tutto sommato, siamo soddisfatti per come sono andate le PL2, anche se oggi non è stato semplice. Abbiamo montato PU nuove su entrambe le vetture: sconteremo 5 posizioni di penalità con Pierre, mentre Daniil partirà dal fondo dello schieramento. Sfortunatamente, sulla vettura di Dany si è presentato un problema con il sistema di alimentazione dopo il primo giro in PL1. Dall’altra parte del garage, siamo riusciti a fare un buon numero di giri con Pierre durante la prima sessione. Su questa pista è stata portata la mescola C4 e sapevamo di essere alle prese con alcune caratteristiche di guidabilità che sappiamo essere un limite di questa vettura, quindi abbiamo approntato un programma di test basato su elementi meccanici e aerodinamici. Considerando che Dany non poteva più girare, il carico di lavoro si è spostato sul programma di Pierre, quindi ci siamo concentrati maggiormente sulla raccolta di dati, nel tentativo di capire il comportamento di quegli elementi. Poi, abbiamo usato molti di questi dati per migliorare le vetture per la PL2 e penso che abbiamo avuto la dimostrazione di aver fatto bene: la competitività era ragionevolmente buona e anche le temperature più basse ci hanno aiutato. Abbiamo avuto buone prestazioni sugli stint brevi e questo è abbastanza importante per Pierre, poiché perderà solo 5 posizioni e quindi sarà importante per lui provare a dare il meglio in qualifica. Per Dany la situazione è diversa: ci siamo concentrati più sui long run, che sono stati piuttosto positivi. Dobbiamo analizzare i dati relativi all’usura delle gomme per assicurarci di avere un buon ritmo, ma penso che il bilanciamento della vettura sia positivo e possiamo dire di essere piuttosto soddisfatti per come abbiamo chiuso questa giornata”.

 

Toyoharu Tanabe (Honda F1 Technical Director):

“Su tutte e quattro le nostre vetture sono state montate nuove ICE Spec 4 per questo weekend, come da programma per la gestione delle PU per il resto della stagione. Kvyat ha anche altri componenti nuovi sulla PU e partirà dal fondo dello schieramento, mentre gli altri tre piloti sconteranno 5 posizioni di penalità. Durante le PL1 ci sono stati dei problemi sull’auto di Kvyat che ci hanno fatto perdere un po’ di tempo, quindi non è stata una giornata pulita. Tuttavia, non ci sono stati problemi sul fronte della PU. Anche se è solo venerdì, il sesto posto di Gasly è incoraggiante”.