GP DEL CANADA: PROVE LIBERE

Primo giorno in pista, qui a Montréal: ecco le dichiarazioni del nostro team, dopo le due sessioni di prove libere.

GP DEL CANADA: PROVE LIBERE

Carlos Sainz (STR11-01, Car 55)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:16.543, 8° pos., 21 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:15.410, 10° pos., 42 giri

Carlos Sainz:

“Direi che oggi è stato un buon venerdì. Anche se stamattina le Libere 1 sono state accorciate, a causa della bandiera rossa, durante la seconda sessione di prove di questo pomeriggio siamo riusciti a svolgere per intero il nostro programma. È stata una giornata senza intoppi o grandi problemi, cosa che non guasta mai. Questo significa che avevamo una buona base con cui iniziare questo fine settimana: ora serve solamente continuare in questa direzione e rimanere ottimisti. Anche qui i distacchi sono molto ridotti a centro gruppo, quindi sono sicuro che assisteremo ad una lotta serrata per accedere alla Q3, ma dobbiamo concentrarci solo su noi stessi e tirare fuori il massimo dalla vettura: la top ten è il nostro obiettivo!”.

Daniil Kvyat (STR11-03, Car 26)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:17.310, 15° pos., 24 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:15.559, 14° pos., 42 giri

Daniil Kvyat:

“Questo primo giorno di prove, oggi qui a Montréal, è stato discreto e utile. Siamo riusciti a fare molti giri e questo ci aiuterà nella preparazione della gara di domenica. Dobbiamo ancora mettere a posto alcuni dettagli sul set-up della vettura, ma è a questo che servono i venerdì sera. Possiamo essere soddisfatti del nostro inizio e non vedo l’ora che arrivi domani: i distacchi coi nostri diretti avversari sono davvero ridotti, ma sono fiducioso che potremo lottare per un buon risultato”.

Phil Charles (Chief Race Engineer):

“Prima di tutto, il meteo sembra stia giocando con noi, questo fine settimana: le varie previsioni sembrano tenere aperte tutte le possibilità, a parte la neve! Dovremo tenere ben in mente il fattore meteo, quando prenderemo le decisioni sull’assetto, in vista di domenica. Riguardo a oggi, avendo completato un abbondante numero di giri su asciutto, è stata una giornata interessante, soprattutto dal punto di vista degli pneumatici. Penso che dovremo lavorare ancora al set-up con le mescole più morbide. La Ultra e la Supersoft sembrano essere un po’ più al limite. L’altra faccia della medaglia è che i nostri piloti sembrano un po’ più a loro agio sui long run con le gomme Soft. L’unica cosa certa è che i distacchi a centro gruppo sono davvero minimi e servirà essere davvero al top, sia con il set-up che per quanto riguarda le decisioni che prenderemo per il resto del weekend”.