F1 Esports Pro Series 2019 – Evento 3

È andato in archivio l’Evento 3 del New Balance Esports Pro Series 2019 che ieri, alla Gfinity Esports Arena di Londra, ha visto i piloti ufficiali dei dieci team Esports di Formula 1 sfidarsi sui tracciati di Hockenheim, Spa-Francorchamps e Monza, rispettivamente Round 7, 8 e 9 del calendario di quest’anno, che si concluderà poi il 4 dicembre con le ultime 3 gare in programma.

F1 Esport 2019 Evento 3 della Scuderia Toro Rosso

Due i debutti tricolore di questo evento: quello del Gran Premio d’Italia, che viene disputato per la prima volta nella storia del Campionato Mondiale virtuale di F1 e quello del nostro sim-racer di Siracusa, Manuel Biancolilla, che ha corso le gare di Germania e Belgio al posto di Cem Bolukbasi, tornato poi al volante per Monza. Patrik Holzmann ha invece disputato tutti e tre i round di ieri.

Germania. La prima Qualifica F1Esports della carriera di Manuel Biancolilla si conclude con un’ottima P5, mentre Patrik Holzmann stacca una P11 per la starting grid del suo GP di casa. Entrambi i nostri piloti fanno una partenza pulita, evitando contatti con le altre monoposto. Mentre Manuel tiene la P5 nei primi giri, Patrik riesce a sopravanzare ben tre vetture, ritrovandosi così in P8. Sia il nostro pilota italiano che il suo compagno tedesco iniziano la gara su gomme soft, per poi passare alle medie per affrontare i restanti 12 giri dei 17 totali. Dopo le soste e un paio di sorpassi subiti da Biancolilla, duri ma regolari, i nostri due piloti si ritrovano uno dietro l’altro, lanciati verso un potenziale P7-P8 sotto la bandiera a scacchi. Purtroppo Manuel, nel tentativo di recuperare il terreno perso, rimedia un terzo avvertimento per essere uscito di pista, cosa che si traduce in una penalità di 3 secondi sulla sua classifica finale. Chiude così in P10, mentre Holzmann taglia il traguardo in P7 e bissa così il suo settimo posto di Hockenheim 2018. La gara, vinta poi da Jarno Opmeer su Renault, può essere considerata tutto sommato positiva per il team, sia per il debutto a punti di Manuel Biancolilla, sia per il primo doppio piazzamento a punti del 2019.

Belgio. A Spa le cose vanno peggio, già dalla Qualifica. Patrik parte 10mo, mentre Manuel 15esimo. Anche in questo caso le prestazioni dei venti piloti sono davvero tutte molto vicine fra di loro, con distacchi minimi. Stavolta sia Patrik che Manuel perdono posizioni in partenza, soprattutto l’italiano che sprofonda in P19, mentre il tedesco è P11. Gli 11 giri del GP del Belgio sono così tutti in salita. Entrano ai box molto presto, sostituendo le gomme medie con le soft, dal momento che era chiaro ormai a tutti i team che anche con la mescola più morbida si sarebbe potuto affrontare uno stint abbastanza lungo. Purtroppo si ritrovano entrambi nel mezzo di un lungo trenino di monoposto per gran parte della gara. Nonostante il DRS, sorpassare risulta difficile, dato che le prestazioni di tutti sono davvero molto simili. Nelle battute finali poi Patrik, ancora in P11, è proprio a un soffio dalla zona punti. Ma è vittima di un contatto con la Mercedes del campione in carica, il britannico Brendon Leigh, che lo tallonava da dietro. Il tedesco si gira e scivola così indietro, chiudendo infine in P20 dopo un ulteriore pit stop che gli consente la piccola consolazione del giro veloce in gara, in vista di un possibile DHL Fastest Lap Award a fine stagione. P16 invece per Manuel. Sul primo gradino del podio sale Daniel Bereznay su Alfa Romeo.

Italia. A Monza, Cem torna a fare coppia con Patrik ed è autore di una buona Qualifica: conquista un’ottima P8, mentre Patrik parte dalla 14esima casella della starting grid. I distacchi sono davvero piccolissimi: tra la P14 di Holzmann e la Pole Position di Bereznay ci sono meno di due decimi e mezzo! Entrambi i piloti della Scuderia Toro Rosso Esports partono su gomme medie. Cem perde due posizioni in partenza, ma ne recupera subito una. Purtroppo però, riporta dei anni all’ala anteriore, a seguito dei vari corpo a corpo di cui è protagonista. Patrik decide di andare subito ai box e montare gomme soft. Fa lo stesso anche Cem il giro dopo, ma perde molto tempo per sostituire il muso inesorabilmente danneggiato della sua monoposto. A metà gara, Patrik risale fino a P9, mentre Cem è purtroppo molto indietro, in P19. Non accade molto altro fino alla fine: Patrik taglia il traguardo in P10, dopo una lunga battaglia con Haddad su Racing Point, mentre Cem dopo un altro danno all’ala anteriore e una penalità per un taglio alla prima chicane, chiude purtroppo ultimo. Vince ancora  Bereznay su Alfa Romeo.

 

F1 Esport 2019 Evento 3 con Manuel Biancolilla Scuderia Toro Rosso

Manuel Biancolilla (Italy)
Round 7 – Germany (Hockenheim): P10
Round 8 – Belgium (Spa-Francorchamps): P16
Classifica Piloti: P21 – 1 punto

“La mia prima gara è stata una sorta di battesimo al mondo degli Esports. Da una parte è stato molto divertente, ma anche piuttosto stressante, perché non sono abituato a questo ambiente. Tutti i partecipanti sono molto veloci, quindi non ci si può rilassare mai un secondo. All’inizio ero in P5, ma poi ho cominciato a perdere terreno e al tornante sono stato superato da vari piloti. Forse ero troppo sicuro e non ho difeso abbastanza e, tra l’altro, ho perso una posizione a causa di una penalità, per non aver rispetto i limiti della pista. Nella gara di Spa sono partito male. Poteva andare meglio, sono rientrato al terzo giro per provare a guadagnare delle posizioni, ma mi sono ritrovato in un gruppo di vetture tutte in zona DRS, sorpassare era impossibile. C’era un trenino  dall’ottava alla sedicesima posizione, tutti in soli due decimi”.

F1 Esport 2019 Evento 3 con Cem Bolukbasi e Patrik Holzmann Scuderia Toro Rosso

Patrik Holzmann (Germany)
Round 7 – Germany (Hockenheim): P7
Round 8 – Belgium (Spa-Francorchamps): P20
Round 9 – Italy (Monza): P10
Classifica Piloti: P15 – 11 punti

“Sono andato a punti in due gare su tre, anche se non sono state posizioni eccezionali, ma almeno siamo riusciti a estendere il gap sulla Haas in campionato. La seconda gara è stata un po’ caotica e sono stato buttato fuori. Almeno, alla fine, ho ottenuto il giro più veloce: ne ho più di tutti al momento. Alla fine dell’anno, il pilota con più giri veloci, riceve un riconoscimento. Prima del round finale devo un po’ trovare il ritmo, in modo da poter lottare per altri punti”.

Cem Bolukbasi (Turkey)
Round 9 – Italy (Monza): P20
Classifica Piloti: P20 – 4 punti

“Dopo un’ottima qualifica ero in P8, il mio miglior piazzamento stagionale ed è stato bello vedere i frutti del mio allenamento. Avevo una buona strategia per recuperare posizioni, ma nel corso del primo giro mi sono ritrovato in mezzo al gruppo e ho perso l’ala anteriore e, a quel punto, la gara era compromessa. Non vedo l’ora di fare meglio nel prossimo round”.

Classifica Squadre: P9 – 16 punti

Classifica F1 Esport dopo Evento 3 della Scuderia Toro Rosso