F1 Esports Pro Series 2019: Evento 2

Adrenalina e colpi di scena non sono mancati nel secondo appuntamento della F1 New Balance Esports Pro Series 2019. Il Live Show dalla Gfinity Esports Arena di Londra ha visto in pista tutti i dieci team ufficiali della Formula 1: a difendere i colori della Toro Rosso Esports Team sono stati, anche in questa occasione, i sim-racer ufficiali: Patrik Holzmann e Cem Bolukbasi.

F1 Esports Pro Series 2019: Evento 2

Canada. Le qualifiche sul circuito di Montreal sono state particolarmente serrate, con distacchi davvero minimi a centro gruppo. I nostri due piloti hanno fermato il cronometro su tempi molto simili ma, nonostante tra loro ci fosse solo poco più di un decimo di secondo, Patrik si è schierato in P9, mentre Cem in P18. In gara, l’improvviso arrivo della pioggia ha costretto tutti a rivedere le proprie strategie. Bolukbasi ha colto la palla al balzo e si è subito fermato ai box per montare le gomme intermedie, mentre Holzmann ha atteso un altro giro e ha poi optato per le full wet. Sfortunatamente per lui, la pista non si è bagnata a sufficienza: così, mentre Patrik faticava a tenere il ritmo per via delle gomme non adatte alle condizioni della pista, Cem è riuscito a rimontare. Sotto la bandiera a scacchi sono passati nelle stesse posizioni in cui erano partiti, ma a parti invertite: Cem in P9 e Patrik in P18.

Austria. L’evento di Spielberg è stato particolarmente duro. Le prime avvisaglie di un appuntamento in salita erano già arrivate in qualifica, con Patrik e Cem che non erano riusciti a fare dei giri puliti e sono stati così costretti a partire dalle retrovie. Allo spegnimento dei semafori, Holzmann è stato incolpevole protagonista di un incidente e ha dovuto ricostruire la sua gara dall’ultima posizione. Nonostante questo, è stato in grado di tenere un buon passo, sfruttare tutte le occasioni che gli si sono presentate e tagliare il traguardo in P12. Gara altrettanto complicata per Cem: sfruttando una strategia gomme diversificata, era riuscito a risalire fino all’undicesima posizione, ma poi è scivolato nuovamente indietro dopo esser stato coinvolto in un incidente.

Gran Bretagna. Emozioni contrastanti a Silverstone, fin dalle qualifiche: mentre Patrik è riuscito a conquistare la seconda fila dello schieramento, Cem ha trovato traffico nel suo giro veloce ed è partito dalla penultima. Ma il passo gara era incoraggiante e c’erano tutti i presupposti per portare due vetture in top 10. Bolukbasi ha quindi optato per una strategia aggressiva: sicuro del suo ritmo, è entrato presto ai box per il cambio gomme ed è riuscito a fare undercut su gran parte dei suoi diretti rivali, finendo così in zona punti. Quanto a Patrik, si è regalato una gara coriacea che lo ha portato a tagliare il traguardo in sesta posizione. Ha fatto una sola sbavatura, che gli è però costata cara: la direzione gara, infatti, ha notato un lieve taglio di curva e lo ha poi penalizzato con un’aggiunta di 3 secondi sul tempo finale di gara. Una doccia gelata per il nostro sim racer tedesco, che è scivolato così dalla sesta all’undicesima posizionale finale.

 

Patrik Holzmann (Germania)
Round 4 – Canada (Montreal): P18
Round 5 – Austria (Spielberg): P12
Round 6 – Gran Bretagna (Silverstone): P11
Classifica Piloti: P17 – 4 punti

“Dopo le buone qualifiche di Montreal sono partito ottavo. Poi in gara è arrivata la pioggia, è stato tutto un po’ caotico e non abbiamo scelto le gomme giuste al pit-stop. Abbiamo sbagliato la strategia ed eravamo più lenti, così non siamo andati a punti. In Austria sono partito fuori dalla top 10, ma avevo ancora la possibilità di giocarmi la zona punti. Peccato sia stato coinvolto in un incidente al via: mi hanno colpito da dietro, mi sono girato e questo ha praticamente compromesso la mia gara. In Gara 3, a Silverstone, sono partito da un incoraggiante quarto posto sulla griglia e ho avuto un buon passo nel primo stint. Poi ho perso tempo ai box dopo la sosta: non potevo rientrare in pista, perché altre vetture arrivavano lungo la pit-lane, e questo mi ha fatto perdere contatto con il gruppo di testa. Ho tagliato il traguardo al sesto posto, ma è un po’ frustrante considerando che ero partito affiancato a colui che poi ha vinto la gara. Ma ancora più irritante è aver ricevuto una penalità per aver tagliato leggermente una curva. Anche se mi sono stati inflitti solo 3 secondi, in una corsa così serrata sono bastati per farmi scivolare all’undicesimo posto, fuori dai punti. Adesso voglio buttarmi tutto alle spalle e concentrarmi sul prossimo evento”.

Cem Bolukbasi (Turchia)
Round 4 – Canada (Montreal): P9
Round 5 – Austria (Spielberg): P18
Round 6 – Great Britain (Silverstone): P9
Classifica Piloti: P19 – 4 punti

“Le qualifiche del Canada sono state difficili e sono partito dalla P18. La gara è iniziata sull’asciutto, ma poi è arrivata la pioggia. Abbiamo preso un grosso rischio e ci siamo fermati un giro prima di tutti gli altri: l’azzardo ha pagato e ho guadagnato sette posizioni in un giro e poi ho anche superato un altro pilota, tagliando il traguardo al nono posto: un buon modo di limitare i danni di una qualifica complicata. Nelle qualifiche dell’Austria, sono stato bloccato durante il mio giro veloce e sono partito dalla P16. In gara abbiamo provato l’undercut ed ero riuscito a risalire fino all’undicesima posizione. Poi c’è stato un grosso incidente e sono scivolato nuovamente in P15, sfortunatamente ancora fuori dalla zona punti. Anche a Silverstone mi hanno bloccato durante il giro veloce di qualifica e sono partito in P17. Ho preso dei rischi partendo con la gomma media e sono passato alla soft già al terzo giro, un altro undercut che mi ha permesso di risalire in zona punti. Speriamo di poter fare meglio nelle qualifiche del prossimo evento”.

Classifica Squadre: P10 – 8 punti