Agrodolce

Max Verstappen ha tagliato il traguardo del 18° round del Campionato del Mondo di Formula 1 al decimo posto, nella stessa posizione in cui si era qualificato ieri – anche se è poi partito nono, approfittando delle penalità in griglia inflitte ad altri – portando così a casa un altro punto prezioso.

Agrodolce

Il debutto di Carlos Sainz a Interlagos è invece da dimenticare per lui: la sua STR10 si è fermata non appena scesa in pista per schierarsi sulla griglia. A quel punto, ha dovuto iniziare la corsa dalla pit-lane ma, dopo poche curve, la sua gara è finita a causa di un problema alla trasmissione..

Nel giorno in cui molti piloti si lamentavano delle difficoltà di sorpasso sul tortuoso circuito brasiliano, Max è salito in cattedra per una lezione sull’arte del sorpasso in F1. Dopo la partenza ha ingaggiato una lotta con Felipe Massa, l’idolo di casa, che poco dopo è riuscito a riprendersi la posizione. Anche Perez è balzato davanti all’olandese: Max ha così tagliato il traguardo del primo giro in decima posizione. All’undicesimo giro, prima della sosta ai box per montare gomme a mescola media, Max era risalito fino al settimo posto. Rientrato in pista 15°, grazie al valzer dei pit-stop, si è riportato nuovamente in undicesima posizione. A quel punto, Max era molto vicino a Perez – che era davanti a lui – ma la Force India era più veloce sul rettilineo.

Ma al giro 32 è arrivata la mossa della gara, possibilmente dell’intera stagione, quando Max ha provato il sorpasso su Perez alla curva 1. Il messicano ha legittimamente allargato per accompagnare l’olandese verso l’esterno, ma Max non si è fatto intimorire e ha tenuto giù il piede riuscendo a sopravanzare l’avversario nella seconda parte della Esse.

Al giro 54, il pilota della Toro Rosso si è fermato per l’ultima sosta ai box, tornando in pista con gomme Soft e la determinazione di volerle sfruttare per tornare in zona punti. Al giro 58 ha attaccato la Sauber di Nasr con una mossa fotocopia a quella fatta su Perez, alla “Esse Senna”, conquistando l’undicesima posizione. Aveva un gap di 2,7 secondi da chiudere, nei confronti di Maldonado, per terminare la giornata con almeno un punto nel carniere: al giro 67, con un’altra mossa incredibile, Max si è tuffato all’interno della prima curva, mostrando un gran controllo della vettura in frenata e tornando in zona punti a 3 giri dalla fine.

La gara, nella parte alta della classifica, è stata molto meno entusiasmante: i primi quattro hanno terminato nelle stesse posizioni di partenza e sono stati gli unici a concludere a pieni giri. Dunque, Nico Rosberg ha conquistato la tredicesima vittoria in carriera, davanti a Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. Adesso siamo davvero in dirittura d’arrivo per quest’anno, con il finale di stagione che andrà in scena tra due settimane ad Abu Dhabi.

*STOP PRESS

Dopo il termine della gara, i commissari hanno squalificato Felipe Massa per un’infrazione al regolamento. Il pilota della Williams si era classificato 8°, quindi la sua squalifica promuove Max Verstappen al 9° posto finale.