10 ANNI, UNA STR

Dieci stagioni in Formula 1, 185 Gran Premi e oltre 93.000 km sulle piste di tutto il mondo. Tanta strada… è vero! Se li mettessimo tutti in fila, avremmo già percorso l’intera circonferenza della Terra quasi due volte e mezza. La nostra Scuderia ha appena concluso il suo primo decennio di competizioni e spegne la sua decima candelina.

10 ANNI, UNA STR


(RBR2 and STR1 Launch, Bahrain 2006)

Tutto è iniziato alla fine del 2005 quando Dietrich Mateschitz acquistò il Team Minardi creando la Scuderia Toro Rosso, con l’obiettivo di portare in Formula 1 i migliori talenti del Red Bull Junior Driver Programme.Il tempo è davvero volato, come abbiamo sottolineato nel corso di questa stagione con il nostro #10SeasonsTimeFlies: anni di crescita costante, di sfide e anche di grandi soddisfazioni.


(Mr. Dietrich Mateschitz and Sebastian Vettel, 2008)

Dal 2006 ad oggi sono stati scritti capitoli importanti della storia della Formula 1. Abbiamo visto il tramonto della generazione di piloti che aveva infuocato gli anni ’90 e l’ascesa dei veterani di oggi. Ora è il tempo dei protagonisti di domani! Certo, come in ogni competizione ci sono stati alti e bassi, ma sono stati anni di costante evoluzione e sviluppo. Più strutture, più personale, più tecnologia: la Scuderia Toro Rosso è cresciuta tanto e bene, grazie anche al supporto tecnico di Red Bul Technology e a quello di partner come Cepsa, Nova Chemicals e Sapinda.


(Monza 2008, Singapore 2015)

Negli abitacoli delle nostre 10 monoposto hanno gareggiato 11 piloti, ognuno ha dato il suo importante contributo. Ne citiamo uno per tutti, che ha portato i nostri colori in cima al podio di Monza 2008: Sebastian Vettel, poi laureatosi per ben quattro volte campione del Mondo con i nostri amici di Red Bull Racing. Abbiamo iniziato in Bahrain, nel 2006, con una STR1 spinta da un motore V10. Abbiamo attraversato l’era dei V8 aspirati e siamo entrati in quella delle power unit ibride con propulsori V6 turbo.


(Le nostre dieci monoposto in azione, nel corso di questo decennio)


(Le nostre dieci monoposto in mostra a Milano, settembre 2015. Evento organizzato con Red Bull Italia)

Generazioni di motori e monoposto… generazioni di piloti: la nostra mission è rimasta sempre coerente, anche grazie alla continuità della guida di Franz Tost. I nostri giovani talenti hanno illuminato il Circus e ci permettono tutt’ora di essere in testa alle classifiche “di settore”. Vettel, a bordo di una STR, è tutt’ora il pilota più giovane della storia ad aver vinto un GP, ottenuto una Pole Position e un podio e ad aver condotto una gara (qui seguito da Buemi). Quest’anno, coi suoi 17 anni, Max Verstappen è diventato il pilota più giovane della storia della F1 ad aver preso parte ad una gara e, con le attuali regole, lo rimarrà per sempre. Il nostro pilota olandese è anche salito in vetta alla classifica dei più giovani di sempre ad aver segnato punti, dove in top ten abbiamo anche altri torelli: Daniil Kvyat, Jaime Alguersuari, Sébastien Buemi e Carlos Sainz.

I nostri due ormai ex-rookie, la coppia di piloti di Formula 1 più giovane di tutti i tempi, hanno chiuso questo decennio con una stagione straordianaria, andando ben oltre le aspettative. Due figli d’arte che hanno dimostrato di avere tanta stoffa, al di là del loro cognome. Carlos ha stupito subito, andando a punti nella sua gara d’esordio. Max ha dato il meglio nell’ultima parte del Mondiale, riuscendo a finire in top ten per sei volte di fila nella sua stagione d’esordio, come Lewis Hamilton (2007), Jacques Villeneuve (1996), Kimi Raikkonen (2001)e Jackie Stewart (1965).

Infine salutiamo la nostra decima monoposto: la STR10 progettata da James Key e dal suo staff e ringraziamo quanti hanno lavorato duramente nel corso di questo decennio e di quest’ultima stagione, sia in pista che nelle sedi di Faenza e Bicester. Siamo tutti, idealmente, a bordo di una STR “ibrida”, che le rappresenta tutte e che è già lanciata verso l’ennesimo rettilineo, l’ennesima curva, l’ennesima sfida! E sì… il tempo vola, il 2016 è già alle porte!